Fathers & Brothers 
Society of Divine Vocations

Italy

Padri Vocazionisti

I Padri Vocazionisti (Società Divine Vocazioni – SDV) sono una congregazione religiosa fondata a Pianura (Napoli) nel 1920 dal Venerabile don Giustino Russolillo, morto il 2 Agosto 1955. Dio Trinità ci ha chiamato alla vita, alla fede in Cristo Gesù perché ci vuole santi ed il suo amore si diffonde in noi mediante lo Spirito Santo e Santificatore. “Il sacerdote è ambasciatore e collaboratore dello Spirito Santo”. “E’ il ministro di Dio nel fare i Santi”. Per questo don Giustino fonda le congregazioni vocazioniste, che hanno come missione (carisma dello Spirito) il servizio gratuito delle vocazioni per la santificazione universale.

Itália

I Vocazionisti si impegnano nelle parrocchie, istituti, gruppi, missioni. Ma l’opera centrale e caratteristica è il VOCAZIONARIO dove si accolgono e si educano gratuitamente, nella pietà e nello studio, quanti mostrano segni di vocazione alla vita religiosa e sacerdotale. Attualmente essi sono in Italia, Stati Uniti, Brasile, Argentina, Colombia, Nigeria, Filippine, India, Madagascar, Cile, Indonesia e prossimamente in Inghilterra.

Ognuno a qualsiasi ora della vita, può sentire la chiamata di Dio, a svogere un ministero, a seguirlo … sarà benvenuto trai Vocazionisti!

LA SPIRITUALITÁ

La Santa Chiesa, la Santa Famiglia e la Divina Torinità sono centro e asse della Società Divine Vocazioni. Il Vocazionista lavora nella Chiesa, con la Chiesa e per la Chiesa, e imita la santa Famiglia nelle relazioni di anima-figlia, anima-sposa, anima-madre di Dio Trinità.

Lo spirito del Vocazionista verso il Signore Dio è quello di una vivente immagine e somiglianza di Lui e di una personale relazione di amore con Lui, mediante la docilità alle ispirazioni divine controllate e approvate dalla Chiesa. Verso il prossimo è quello del servo umile, fedele e affezionato che, in ogni ministero, si fa tutto a tutti, vivendo l’insieme delle note del buon servo, sparse nella Rivelazione del Vecchio e del Nuovo Testamento, per tutti al Signore come veri religiosi di Dio. Verso se stesso è quello della quotidiana conversione al Vangelo, nel silenzio di tutto il suo essere tutto assorbito nella Sua gloria, amore e volontà. La santa Famiglia rivive anche nel saluto di tutta la famiglia vocazionista: Gesù Maria Giuseppe. Il Vocazionista, al servizio delle vocazioni per la santificazione universale, “è il servo dell’anima sposa”. Egli nella Chiesa, per la S. Famiglia, è in cammino verso la SS.Trinità.

IL VOCAZIONARIOCENTRO-DON-GIUSTINO-A-PIANURA-Foto-di-Stefania-Formicola

“Il Vocazionario e’ una casa religiosa dove, in uno spirito di preghiera e di studio, educhiamo e guidiamo, senza ricompensa, i candidati che vogliono consacrarsi a una vita di servizio per il Signore, ma non sono ancora bene orientati se entrare nel clero diocesano o in una congregazaione religiosa”. Percio’ il Vocazionista, nel suo lavoro quotidiano, nelle scuole o nelle parrocchie o nelle missioni, ed in qualunque esercizio del suo ministero, dara’ al suo apostolato questa speciale dimensione, di ricercare e identificare i giovanetti con i segni di una speciale chiamata a una vita di santita’ personale e di servizio alle altre anime, e guidarli verso il Vocazionario, per una piu’ esatta valutazione e irrobustimento della loro vocazione.

Nel Vocazionario i Candidati studiano, pregano e si applicano prima a discernere l’autenticita’ della loro chiamata, sotto la guida dei Padri Vocazionisti; intanto vengono piano piano introdotti in una conoscenza e stima adeguate del servizio al Signore nel clero diocesano o in una congregazione religiosa. Quelli che continuano a mostrare segni di vocazione, vivendo nel Vocazionario, hanno possibilita’ di capire bene la differenza tra clero diocesano e religioso, e di comprendere un poco il carisma delle piu’ importanti Congregazioni Religiose. Quando un candidato ha fatto la sua decisione finale, sara’ aiutato dai Padri Vocazionisti a entrare in contatto con la Diocesi o la Congregazione scelta, e sara’ presentato e raccomandato ai nuovi Superiori. Quelli che scelgono di unirsi ai Padri Vocazionisti, ne faranno regolare domanda e seguiranno il  cammino di formazione.

La pastorale Vocazionale è il carisma specifico delle Congregazioni Vocazioniste. Per svolgere meglio questo lavoro i religiosi e le religiose vocazioniste abbracciano tre campi di azione: parrocchie, collegi e missioni. L’opera più caratteristica del ramo maschile è il Vocazionario. Esso è un collegio Ecclesiastico dove sono accolti i giovani in stato di discernimento vocazionale.

Nel vocazionario essi sono orientati, tenendo presente anche le loro attitudini personali, verso una delle vocazioni specifiche, specialmente verso la vocazione sacerdotale e religiosa. I vocazionisti sono stati orientati dal fondatore a fare una chiara ed autentica opzione preferenziale per i poveri. Per questo ricevono nei loro vocazionali soprattutto i più poveri, coloro che sono sprovvisti di mezzi finanziari, e che talvolta per questi motivi restano esclusi dalla possibilità di abbracciare una vocazione di speciale consacrazione nella Chiesa. Anche i laici possono essere Vocazionisti nel mondo se ogni giorno offrono una preghiera, un sacrificio per le vocazioni e chi può, dia una elemosina per le vocazioni povere.

http://www.spiritusdomini.it

Jesus

Prayer for the Canonization of BLESSED JUSTIN RUSSOLILLO

O most Holy Trinity, Father, Son and Holy Spirit, for the well being of the Church you blessed with extraordinary gifts, Blessed Justin Mary of the Holy Trinity Russolillo and you made him a pious and zealous priest, an apostle of divine vocations and a fervent promoter of your glory, love and will for universal sanctification and for the divine union of all people, grant us the grace of experiencing the power of his intercession while imitating his devotion, humility, patience, zeal, and kindness.

May the grace ... (here you mention your intentions) … that you will grant us through his intercession, be of spiritual advantage to us, and soon bring about his canonization here on earth.

Three Glory Be ... in honor of the Holy Trinity